Le spese veterinarie e quelle effettuate per l’acquisto di medicinali destinati a cani, gatti e altri animali domestici, sono detraibili dall’IRPEF nella percentuale del 19%, da precisare in fasedi dichiarazione dei redditi.
La detrazione potrà essere effettuata entro un limite complessivo di spesa (riguardante, quindi, tutti gli animali posseduti) fissato a 387,34 euro, con la conseguenza che tutte le spese che superano tale importo dovranno essere a carico del contribuente, è altresì previsto un limite minimo, cosidetta franchigia, pari a 129,11 euro, sempre valutato complessivamente.
In pratica, sottraendo la franchigia dal limite massimo di spesa, si ottiene uno sconto massimo ottenibile pari a 49,06 euro.
Non sono inclusi nell’agevolazione fiscale i farmaci privi di prescrizione medica, gli antiparassitari e i mangimi, mentre sono detraibili solo le spese sostenute per animali detenuti legalmente a scopo di compagnia o per la pratica sportiva (ad esempio cani, gatti e cavalli) e non quelli detenuti per uso commerciale o attività agricole, oppure destinati alla riproduzione o al consumo alimentare.

Fonte: Animali in casa: tutte le agevolazioni fiscali. (www.studiocataldi.it)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.